Partenze: opus 1 part II

Sabato 21 Settembre 2019

20.30 | Auditorium Neroni

Gli Opera 1 contengono “in nuce” tutto ciò che sarà: i compositori dotati della prodigiosa capacità di afferrare ed esprimere l’umano autentico fin dal primo passo. Da lì cogliamo l’inesausta tensione verso la bellezza, il nuovo, verso il loro orizzonte che sempre eccede il presente.

PREVENDITE 🎫
– Circuito Vivaticket Italia: http://bit.ly/2maCPrE
– Biglietteria Teatro Ventidio Basso: 0736.298770
AMAT: 071.2072439
– Nei luoghi dei concerti a partire da un’ora prima dell’inizio

Autori

Diana Ketler

È nata a Riga in una nota famiglia di musicisti. Ha iniziato gli studi di musica e pianoforte all'età di cinque anni presso la scuola di musica specializzata “E Darzins” a Riga e ha debuttato a 11 anni con la Latvian National Symphony Orchestra diretta da Vassily Sinaisky. Dal 1992 al 1994 ha studiato presso l'Accademia Mozarteum di Salisburgo con Karl-Heinz Kammerling. Nel 1994 ha continuato i suoi studi presso la Royal Academy of Music di Londra sotto Christopher Elton. Si è laureata nel 1996. È apparsa come solista con la Salzburger Kammerphilharmonie, la Munich Chamber Orchestra, la Sudwest- deutsches Kammerorchester, la Riga Chamber Orchestra, la Georgisches Kammerorchester e la Latvian National Symphony Orchestra. Ha suonato nella maggior parte dei paesi europei. I suoi impegni includono esibizioni al Gstaad Musiksommer Festival, Ravello Music Festival, San Gallo Musikfestival, Carinthi- scher Sommer e Kobe International Art Festival. Le sue esibizioni sono state trasmesse su radio e televisione in Giappone, Gran Bretagna (BBC 3, Classic FM), Germania (Radio Bavarese), Romania, Lettonia e Austria. Dal 2003 Diana è professore di pianoforte presso la Royal Academy of Music.

Solenne Païdassi

Nata a Nizza nel 1985, è la vincitrice del Concorso Internazionale Long-Thibaud 2010 e Révélation Classique de l’Adami 2012. Ha vinto numerosi premi in Francia e all’estero, tra i quali Concorso di Hannover 2009, Concorso di Sion–Valais, Concorso Internazionale Gyeongnam in Corea, Concorso Lysenko in Ucraina. È reduce da un tour in Cina e dal Kuhmo Chamber Music Festival. La sua carriera l’ha portata nelle sale più prestigiose. Ha partecipato a numerosi festival tra cui il Festival Internazionale di Colmars e il Festival di Radio France di Montpellier. Come solista ha suonato, con l’Orchestre Philharmonique de Radio-Fran- ce, la Sinfonia Varsovia e con l’Orchestre Philharmonique de Montpellier sotto la direzione di direttori quali Lawrence Foster, Shlomo Mintz, Vladimir Spivakov, Darell Ang. Nel 2018 ha partecipato a Lecce al Festival Classiche Forme che ha quale direttore artistico Beatrice Rana. Ha effettuato registrazioni radiofoniche per France Musique, per Deutschlandradio Kultur e per la NDR Kultur. Dopo il diploma ottenuto presso il Conservatorio di Ginevra, la Royal Academy di Londra, e il Curtis Institute of Music di Philadelphia, si è perfezionata alla Hochschule für Musik und Theater di Hannover. Il suo primo cd, registrato al fianco del pianista Laurent Wagschal, dedicato alle sonate di Franck, Pierné, Saint-Saëns, è stato premiato con 4 stella dalla rivista Classica. Il suo album “Szymanowski-Stravinsky”, pubblicato nel 2014 per l’etichetta Aparté con il pianista Vaysse-Knitter, ha ricevuto un enorme successo di critica. Suona un violino Gian Battista Guadagnini, concessole dalla Zilber-Vatelot Foundation di Parigi.

Aylen Pritchin

È uno dei più interessanti violinisti russi. Nato nel 1987 a San Pietroburgo, ha iniziato a suonare il violino all’età di sei anni e successivamente si è iscritto al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca studiando con Eduard Grach. Come solista ha collaborato con direttori come Teodor Currentzis, Cornelius Meister, Yuri Simonov, Dorian Wilson, Alexander Vedernikov, Shlomo Mintz, Donato Renzetti e Pascal Rophé. L’etichetta russa “Melodiya” ha pubblicato 3 suoi CD: opere di violino di Čajkovskij, Stravinsky e Desyatnikov; piano trios di Shostakovich, Weinberg e Ravel (con Lukas Geniusas, pianoforte e Alexander Buzlov, violoncello) e le sonate per violino di Prokofiev registra- te insieme a Yuri Favorin. Primo vincitore del concorso Long-Thibaud-Crespin 2014, ha ottenuto anche il premio Sacem per il pezzo contemporaneo. Oltre alle esibizioni in concerti nelle sale più prestigiose, tiene regolarmente corsi di perfezionamento in Germania e in Italia. Ha preso parte ad anteprime mondiali di opere di Klaus Lang, Arman Gushchyan e Sergey Akhumov

Vladimir Mendelssohn

Prestigiosa figura della musica mondiale, è da sempre un amico di ascolipicenofesti- val. Nato a Bucarest da una famiglia ricca di tradizione musicale, ha seguito già dalla più giovane età la predestinazione musicale del suo nome. Conclusi gli studi di viola e composizione all'Accademia musicale di Bucarest, vince subito dopo le maggiori competizioni internazionali di viola e di pianoforte. Tiene concerti in tutto il mondo e corsi di perfezionamento in Svezia, Finlandia, Francia, Svizzera, Olanda e Italia. Tra le sue numerose composizioni si possono trovare brani per strumento solo, coro di voci miste, orchestra sinfonica e da camera. Ha scritto musica per balletto, teatro e cinema. È direttore artistico dell'importante Kuhmo Chamber Music Festival in Finlania. Tiene masterclass in tutto il mondo.

Luigi Puxeddu

Una brillante carriera lo ha portato a suonare nelle più importanti sale del mondo (Teatro alla Scala, Salle Pleyel di Parigi, Mozarteum di Salisburgo, Lincoln Center di New York, Vienna Musikverein, Suntory Hall di Tokio, eccetera). Da solista incide per la Rai e la Orf e, come primo violoncello, si esibisce con le più importan- ti orchestre sinfoniche italiane diretto da Barenboim, Chailly, Oren, Maazel, Bychkov e Dudamel. E’ stato per molti anni violoncello solista dei Solisti Veneti e ora lo è dei Solisti Filarmonici Italiani. Collabora con il cantante Elio nel progetto Madamina il catalogo è questo. Oltre 30 cd di musiche di Luigi Boccherini ne fanno uno dei maggiori interpreti del compositore lucchese. È docente di violoncello al Conservatorio di Musica F. Venezze di Rovigo ed è l’ideatore e direttore artistico del Festival “Rovigo Cello City”.