Fandango (6/9/2018)

Nel Teatro dei Filarmonici di Ascoli, il secondo teatro storico del capoluogo piceno riaperto dopo un lungo restauro, ha avuto inizio con grande successo il Festival internazionale di musica “Crescendo” organizzato dall’associazione culturale ascolipicenofestival.

Il protagonista assoluto è stato Giovanni Sollima, un genio del violoncello, che con la sua personalità travolgente, la sua tecnica da virtuoso dello strumento, la sua energia, è riuscito, come sempre, a coinvolgere emotivamente lo spettatore.  Il pubblico, che ha riempito il teatro in ogni ordine, è andato in estasi tra religiosi silenzi e entusiastici applausi. Sollima faceva parte di un quintetto composto anche da Francesco Manara, altra star della musica internazionale, primo violino dell’Orchestro della Scala, Vadimir Mendelssohn (viola), Elisa Spremulli (violino) e Luigi Puxeddu (violooncello).

Le personalissime interpretazioni del Quintetto di Scubert in do maggiore D 956, dello Scacciapensiero di Boccherini e del Fandango dello stesso Sollima ispirato da Boccherini, hanno realizzato un viaggio davvero emozionante, a volte sensuale, a volte dolcissimo, a volte melanconico e a volte impetuoso, nella grande musica.

Il concerto ha anche costituito il vero battesimo del Teatro Filarmonici con la musica da camera. L’acustica si è rivelata ottima. Ascoli e le Marche possono contare su un altro prestigioso contenitore culturale.